106tub.eu
SISTEMA 106 T.U.B. 2009 / 2017 ©
Organizzazione e Controllo del 'nuovo' INTERMEDIARIO FINANZIARIO 106 TUB - VIGILATO

PROGETTO DI FUSIONE

Nella prospettiva della migrazione al nuovo Intermediario Finanziario vigilato, i cui requisiti patrimoniali sono stringenti, i Partners della DLVA-FIDES Consulting S.r.l., stanno modulando due specifici progetti di fusione aperta, di Intermediari iscritti nell'elenco generale ex art. 106 T.U.B. denominati: " Progetto di fusione tra intermediari finanziari iscritti nell'elenco generale ex art. 106 tub".

I professionisti che curano lo sviluppo del progetto sono disponibili a valutare un incontro con i potenziali e diretti interessati, iscritti nell'elenco 106 tub e/o Investitori, potenziali partecipanti al capitale del nuovo soggetto economico.

Per i primi contatti, inviare una e-mail a dlva-fides@virgilio.it riportando in oggetto: "Progetto di fusione I.F. 106 vigilato" contatti esplorativi - Riservato.

Nella formulazione del "processo di migrazione" e/o processo di costituzione ex novo dell'intermediario finanziario unico vigilato la consulenza modula un approccio metodologico da seguire per la definizione ed implementazione delle seguenti attività:

1. Analisi dei requisiti degli esponenti aziendali e dei partecipanti al capitale, presenti e futuri;

2. Definizione della struttura di governo e di controllo adeguata alle nuove disposizioni ed alle caratteristiche aziendali.

3. Individuazione del capitale iniziale versato minimale richiesto in base alla tipologia di attività finanziaria e la correlata composizione pari a € 2.000.000;

4. Analisi dell'adeguatezza patrimoniale intesa come patrimonio di vigilanza e requisito;

5. Definizione del programma concernente l'attività iniziale con stesura del business plan che include n. 3 bilanci previsionali in formato IAS / IFRS.

6. Individuazione dei rischi aziendali connessi alla attività finanziaria specifica e le modalità di contenimento dei medesimi;

7. Definizione della organizzazione amministrativa e contabile in base alle disposizioni di vigilanza del nuovo intermediario finanziario unico vigilato;

8. Definizione della struttura dei controlli interni e della varie figure che necessitano ed, in particolare, delle funzioni di controllo di II e III livello;

9. Organizzazione interna dell'intermediario per la definizione e l'invio delle segnalazioni di vigilanza e segnalazione alla centrale rischi;

10. Redazione della "Richiesta di autorizzazione" con annessa documentazione prevista ed in particolare della relazione sulla struttura organizzativa, unitamente all' assistenza a tutto l'iter procedurale autorizzativo per eventuale richiesta di approfondimenti.



 

 

 

 

 

 

 

 

Gli altri progetti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Progetto di
Fusione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


| Home | Chi Siamo | Norme 106tub | Focus | Servizi | Contatti |